Ci siamo mai chiesti, quando contattiamo i nostri prospect o clienti, cosa vuol dire per loro gestire un’azienda?

Certo, siamo commerciali, ma cosa potrà interessarci di come gestiscono l’azienda. Saranno anche fatti loro!

Se vogliamo fare vendita B2B, un minimo di gestione aziendale dovremmo conoscerla. Anche solo per poter parlare la stessa lingua dei nostri interlocutori e non fare figuracce.

In questo articolo vedremo cos’è la gestione aziendale, le operazioni che essa comporta ed i suoi aspetti principali.

Cos’è la gestione aziendale

La gestione aziendale è l’insieme coordinato di operazioni che l’azienda compie per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Le parole chive di questa definizione sono:

  1. coordinamento: come ogni sistema che si rispetti, l’azienda deve essere coordinata altrimenti si arriva al disastro
  2. operazioni: quel qualcosa che l’imprenditore deve coordinare
  3. obiettivi: il fine per la quale l’impresa è nata.

Leggi anche: L’azienda come un’orologio. Il sistema azienda.

Nei paragrafi successivi andiamo proprio a vedere quali sono le operazioni che l’imprenditore deve coordinare. Esse sono la base della gestione aziendale.

Le operazioni aziendali

Immaginiamo di avere una grande idea di business e che vogliamo aprire un’impresa. Immaginiamo!

Oltre a carte e scartoffie varie (tralasciamo questo), quali saranno le operazioni che dobbiamo svolgere per raggiungere gli obiettivi fissati?

Parliamo, allora, del sistema di operazioni economiche come tutte le azioni che si sviluppano nell’ambito di un’azienda.

Queste possono essere:

  • fondamentali: che riguardano direttamente il fine aziendale
    • interne: non generano una movimentazione finanziaria
    • esterne: generano una movimentazione finanziaria
  • straordinarie: che sono indirettamente collegate al fine aziendale

Andiamo a vederle nel dettaglio.

Le operazioni economiche fondamentali

Le operazioni economiche fondamentali soddisfano direttamente gli obiettivi aziendali. Li possiamo catalogare in:

  • esterne: se avvengono verso l’esterno dell’azienda (finanziamenti, investimenti, disinvestimenti, rimborsi)
  • interne: se avvengono dentro l’azienda (le trasformazioni)

Il ciclo tipico di queste operazioni è scandito da:

  • finanziamenti
  • investimenti
  • trasformazioni
  • disinvestimenti
  • rimborsi
gestione aziendale - operazioni fondamentali
Le operazioni economiche aziendali fondamentali

Finanziamenti

Sicuramente ne abbiamo sentito parlare tante volte: “L’azienda X ha ricevuto dei finanazimenti etc etc”, oppure “L’azienda Y è in cerca di finanazimenti per sviluppare un certo prodotto”.

I finanaziamenti permettono all’azienda di avere a disposizione dei mezzi monetari.

Questi possono arrivare dal capitale proprio o sociale messo a disposizione dai soci o dall’imprenditore facendo scaturire un debito dell’azienda verso i soci. Il capitale può anche essere messo da terzi come le banche ed in questo caso scaturisce un debito dell’azienda verso terzi.

Ad esempio, proprio nell’ultimo periodo, la Cassa Depositi e Prestiti sta fornendo dei finanziamenti agevolati ad aziende che rispettano determinati requisiti. Questo è un modo di sfruttare i capitali di terzi.

I finanziamenti scaturiscono al momento della costituzione della società, ma anche in altri momenti di vita dell’azienda.

Quando dobbiamo smarcare il BANT, ricordiamoci di questa operazione per capire da dove può arrivare il budget per il nostro progetto.

Leggi anche: Le obiezioni sul prezzo: cosa sono e come gestirle.

Investimenti

Una volta ottenuti i finanziamenti si passa all’acquisizione dei fattori produttivi attraverso gli investimenti.

I finanziamenti vanno investiti per essere trasformati in qualcosa di concreto che consenta all’azienda di produrre.

I fattori produttivi sono, quindi, necessari allo svolgimento del processo aziendale. Quali sono i fattori produttivi dove l’azienda può investire:

  • le materie prime: che sono fattori a veloce ciclo di utilizzo
  • gli impianti: che sono fattori a lento ciclo di utilizzo
  • le partecipazioni: sono fattori finanziari.

Questi fattori possono essere acquisiti con la cessione di mezzi monetari resi disponibili dai finanziamenti (operazioni per contanti) o con pagamenti successivi che rappresentano debiti commerciali per l’azienda.

Trasformazioni

Queste sono operazioni economiche interne che consentono di trasformare, appunto, i fattori produttivi, ottenuti tramite gli investimenti.

Stiamo parlando dell’attività per cui l’azienda è nata cioè trasformare gli input in prodotti o servizi venduti dall’azienda. Queste operazioni non generano flussi economici o finanziari.

Disinvestimenti

La parte successiva alla trasformazione è proprio quella che mi permette di recuperare dagli investimenti effettuati. I disinvestimenti sono appunto tutta una serie di operazioni che hanno lo scopo di vendere i prodotti ed i servizi creati.

Questa cessione può avvenire attraverso un pagamento immediato da parte dei clienti oppure tramite degli incassi successivi a fronte di crediti commerciali per l’azienda.

Rimborsi

Con i soldi ottenuti dai disinvestimenti è possibile:

  • pagare i soci tramite i dividendi sul capitale sociale
  • pagare ai soci i finanziamenti in esubero, sotto forma di capitale sociale
  • remunerare i fornitori di capitali di terzi
  • rimborsare i debiti nei confronti di terzi (quelli del finanziamento).

Le operazioni di gestione straordinaria

Con le operazioni fondamentali abbiamo visto cosa viene gestita l’azienda nell’ordinarietà del business. Ma non sempre le cose filano lisce.

Le operazioni di gestione straordinaria, o di extragestione, si verificano in particolari momenti della vita dell’azienda come:

  • la costituzione
  • la liquidazione
  • la trasformazione della forma giuridica
  • la fusione o l’acquisizione con un’altra azienda
  • la scissione in più aziende o lo scorporo di un ramo d’azienda.

I cicli relativi alle operazioni economiche

Altro aspetto importante della gestione aziendale è quello di capire che queste operazioni sono in realtà cicliche e perdurano per tutta la vita dell’azienda.

Per questo motivo, le operazioni economiche vengono raggruppate, nel tempo, in cicli. Così facendo è possibile capire meglio cosa succede in azienda determinandone il ciclo del processo produttivo e la sua durata.

Il ciclo totale

Il ciclo principale è il ciclo totale che inizia con la data in cui si fa l’investimento (in fattori produttivi che abbiamo visto) e termina con la data in cui avviene l’incasso della vendita. La durata del ciclo totale indica l’intervallo di tempo fra il momento iniziale in cui si decide per l’investimento ed il disinvestimento.

Il ciclo economico

Il ciclo economico inizia con il processo di acquisto, ovvero con l’investimento, e termina con il processo di vendita dei prodotti, ovvero con il disinvestimento.

La durata del ciclo economico indica l’intervallo di tempo fra la decisione dell’investimento e il momento di disinvestimento, a prescindere dal ritorno monetario dell’investimento.

Il ciclo monetario

Il ciclo monetario o ciclo di cassa (cash) inizia con il momento in cui vengono pagati i fornitori e termina nel momento in cui si realizzano gli incassi dai clienti.

La durata del ciclo monetario indica il periodo di tempo in cui l’impresa deve disporre di finanziamenti che consentano di pagare i fornitori prima di avere incassato dai clienti.

Il ciclo tecnico

Il ciclo tecnico è relativo alla produzione. Inizia con il prelievo da magazzino delle materie prime e termina con lo stock dei prodotti finiti a magazzino.

La sua durata indica l’intervallo di tempo fra l’inizio e la fine del ciclo di trasformazione produttiva detto anche ciclo di lavorazione.

Aspetti della gestione aziendale

Per capire come le operazioni economiche impattano sull’impresa, bisogna considerarle sotto tre aspetti:

  • monetario: attività e passività
  • finanziario: debiti e crediti
  • economico: costi e ricavi.

Si ha l’equilibrio della gestione aziendale quando questi tre aspetti, monetario, finanziario ed economico, sono in equilibrio.

Aspetto monetario

L’aspetto monetario, detto pure gestione della liquidità o della tesoreria, tiene in conto dei flussi di entrate (inflow) e di uscite (outflow) monetarie provocate delle operazioni di gestione.

Quando le entrate monetarie sono almeno maggiori delle uscite monetarie allora si ha l’equilibrio monetario. L’azienda è in questo caso in grado di fronteggiare i pagamenti in scadenza con la propria liquidità.

Aspetto finanziario

Le operazioni economiche possono dare origine a variazioni nei rapporti di debito o credito dell’azienda: queste variazioni vengono dette variazioni finanziarie ed incidono sulla struttura dell’attivo (come viene impiegato il capitale) e del passivo (fonte del capitale).

Aspetto economico

L’aspetto economico della gestione sorge quando si analizzano le cause che hanno provocato le variazioni monetarie o finanziarie.

Se le operazioni sono di gestione ordinaria le variazioni che incidono sul reddito di esercizio vengono dette variazioni reddituali; se invece le operazioni di extragestione prendono in esame le variazioni sul capitale dell’impresa, vegono dette variazioni di capitale.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo trattato una parte di quella che è la gestione aziendale. In particolare ci siamo focalizzati sulle operazioni economiche aziendali fondamentali e straordinarie.

Le abbiamo poi dato una ciclicità nel tempo individuando il ciclo tecnico, economico e monetario.

Infine, abbiamo visto che l’equilibrio della gestione aziendale si ottiene se sono in equilibrio gli aspetti economici, finanziari e monetari che incidono sull’azienda stessa.

Tutto questo per poter essere leggermente più preparati quando si andrà a parlare con i nostri prospect.

Hai trovato l’articolo interessante? Ti ha aiutato, fornito una conoscenza in più? Condividi su twitter e facebook e scrivi la tua opinione nei commenti. Sharing is caring.

About the Author

Luca Esposito

Tecnologia e web contro vendita e crescita personale. Se da una parte abbiamo il mondo del logico, dall'altra abbiamo quello emotivo. Da queste mie passioni è nato questo blog. Leggo, apprendo, provo e ne scrivo il risultato!

View All Articles